.

.

mercoledì 4 gennaio 2017

Ultime palline di Natale da staccare e un piatto di ravioli







Volge al termine questa vacanza
sul Lago di Garda e dintorni
e oggi vi porto a fare un giro
al Castello Buonconsiglio di Trento.
E' un castello davvero bello 
e ben tenuto, con un romantico
giardino pieno di alberi
addobbati con tantissime
palline rosse per il Natale.
Le giornate sono sempre state
fresche, ma non freddissime 
e soprattutto con un bellissimo sole,
pertanto era un vero piacere
stare all'aria aperta.












Siccome oggi abbiamo mangiato
piatti semplici e non particolarmente
legati al territorio, 
non vi mostro una ricetta classica 
di questi luoghi,
ma vi propongo un piatto
di ravioli fatti in casa da me,
subito dopo il ritorno dalla vacanza 
e da quest'ultima tappa.











Ravioli di carne 
conditi con sugo di pomodoro.
Bentornati a casa!


Ingredienti per 4/6 persone:

  • 200 g di farina (ho usato la Senatore Cappelli che mi hanno regalato a Natale)
  • 2 uova
  • un pizzico di sale fino
  • 100 g di brasato di vitello frullato con le sue verdure (patate, cipolle rosse, carote). Ho usato, come spesso mi capita, una parte del brasato avanzato e, nel caso specifico, congelato prima di partire.
  • sugo di pomodoro per condire





Prepariamo l'impasto mettendo la farina nel classico modo "a fontana" e versando al centro le uova e il sale. Mescoliamo le uova e il sale con una forchetta e poi incorporiamo la farina dall'esterno verso l'interno, impastando tutto fino a formare un panetto liscio e omogeneo.
Copriamo con pellicola alimentare e facciamo riposare in frigorifero per 30 minuti.
Dopo il riposo, infariniamo leggermente il piano di lavoro e stendiamo la sfoglia con il mattarello o con la macchina sfogliatrice, fino ad uno spessore di pochi millimetri.
Tagliamo tante strisce di pasta e posizioniamo delle noci di farcia ben distanziate tra loro. Sovrapponiamo con un'altra striscia di pasta e "coppiamo" con uno stampino per ravioli a forma di tappo di bottiglia. Possiamo chiaramente scegliere anche un'altra forma, in base al nostro gusto.
Nel frattempo facciamo bollire l'acqua in una pentola capiente, saliamo con sale grosso e lessiamo i ravioli. La cottura della pasta fresca è sempre molto veloce e dura pochi minuti, ma regoliamoci comunque con l'assaggio.
Scaldiamo del sugo di pomodoro in una padella molto capiente, versiamo i ravioli (cotti e scolati) per farli amalgamare e insaporire bene.



Per tanto bella sia stata una vacanza,
è sempre altrettanto bello tornare a casa.








1 commento:

  1. Ottimi i tuoi ravioli e splendida vacanza.
    Tornare a casa è sempre bello è vero ma "evadere" ogni tanto lo è altrettanto e ricarica!
    Un abbraccione
    Maria

    RispondiElimina