.

.

lunedì 19 settembre 2016

Pizza con lievito madre









Questa è una di quelle giornate del Calendario del Cibo Italiano AIFB alle quali non si può proprio dire di no... Oggi festeggiamo una vera regina, la PIZZA, e il Calendario dell'Associazione Italiana Food Blogger ci dice tutto di questo inimitabile piatto, attraverso la voce delle due ambasciatrici Cinzia Martellini Cortella - Maria Teresa Cutrone a questo link





Io mi unisco a questa bellissima festa preparando una pizza con il mio lievito madre. Ho fatto fatica a sceglierne una tra le tante presenti nell'archivio del blog... e alla fine ho deciso di prepararvi la stessa pizza fatta per il compleanno della mia piccola Giulia, decisamente una delle più buone che ho sfornato.
Ecco allora gli ingredienti e la preparazione.




Ingredienti



  • 200 g di farina di grano tenero integrale
  • 800 g di farina di grano tenero tipo 1
  • 850 g di acqua
  • 18 g di sale
  • 20 g di olio evo
  • 100 g di lievito madre a coltura liquida 
  • 5 g di malto








Procedimento



Dopo aver lasciato in autolisi le farine e circa 600 g di acqua per 1 ora (nel bicchiere della planetaria coperto), ho cominciato ad impastare con il lievito, il malto e con la restante acqua, aggiunta lentamente e poco alla volta.
Ho aspettato l'incordatura prima di aggiungere il sale e poi ho impastato per 1 minuto ancora.
Ho lavorato sempre con il gancio della planetaria, all'inizio a bassa velocità fino a raggiungere la velocità 2 nella seconda parte dell'impasto.

Ho formato un bel panetto omogeneo e l'ho lasciato riposare meno di 1 ora a temperatura ambiente, sul piano di lavoro in marmo.

Ho fatto un paio di pieghe all'impasto, lavorando sul piano di lavoro infarinato e poi ho messo l'impasto in un contenitore capiente e coperto, leggermente unto di olio extravergine di oliva sul fondo, e l'ho lasciato riposare in frigorifero per 24 ore.

Ho prelevato l'impasto dal frigorifero e l'ho fatto lievitare nella cella di lievitazione (si può usare il forno di casa spento, con la luce interna accesa) a circa 28/30° per 2 o 3 ore al massimo.

Una volta lievitato, l'ho spostato sul piano di lavoro infarinato, ho schiacciato delicatamente l'impasto con i polpastrelli delle dita e poi l'ho adagiato sulla teglia leggermente unta di olio evo.

Ho versato un filo di olio sulla superficie della pizza e ho cotto nel forno preriscaldato a 230°, abbassando la temperatura durante la cottura fino a 200°C e per un totale di circa 20 minuti.
A metà cottura ho aggiunto la salsa di pomodoro e, per ultima, la mozzarella tagliata a pezzetti piccoli.









Con questo ricetta partecipo anche 
alla raccolta mensile di Panissimo #43, 
la raccolta di lieviti dolci e salati
ideata da Sandra di  Sono io, Sandra e
 di Barbara, Bread & Companatico 
questo mese ospitata da I pasticci di Terry




14 commenti:

  1. Superlativa, che alveolatura, sembra una nuvola!

    RispondiElimina
  2. Non posso fare altro che i miei complimenti, ha una bellissima alveolatura ed è così invitante, che ne mangerei subito un pezzettino anche io, nonostante abbia cenato !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andrea! Anch'io la mangerei tutti i giorni...
      Buona giornata e a presto.

      Elimina
  3. E' perfetta Tiziana!! Bravissima!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima Silvia :)
      Un abbraccio anche a te.

      Elimina
  4. Grazie mille, Tiziana, per il tuo contributo alla giornata più pizzosa del Calendario!
    Ti invidio un pochino il lievito madre, che coltivo ed uso a periodi... non sono una buona governante stabile per lui :-(
    per fortuna ho sempre chi mi rifornisce, ma apprezzo molto chi invece riesce ad averne cura sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te!
      Effettivamente il lievito è un vero lavoro, ma mi appassionata tantissimo.
      Buona giornata della Pizza e complimenti.

      Elimina
  5. Cara Tiziana ti ringrazio tantissimo della tua partecipazione alla GN della pizza napoletana, e devo dire che non ne sono rimasta sorpresa, data la tua grande esperienza e competenza nel campo dei lievitati.
    La tua pizza è una meraviglia, come sempre!
    Un caro saluto
    Maria Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te carissima Maria Teresa. E' stato emozionante e un gran piacere. Complimenti ancora per l'articolo.
      A presto e buon fine settimana
      Tiziana

      Elimina