.

.

mercoledì 6 luglio 2016

Risotto con pesche e Raspadura












Questo piatto nasce in una delle maniere che preferisco e che mi da sempre le maggiori soddisfazioni: davanti al frigorifero, prima di preparare la cena e con la fretta che contraddistingue questo momento, mentre tutti esclamano: "Ho fameeeee, cosa c'è da mangiare?"

Posso dirvi che è un risotto buonissimo e che la mia piccola Giulia ha esclamato "Buonissimo" ad ogni boccone e fino alla fine del piatto....
Abbiamo tutta la freschezza delle pesche, la loro dolcezza e la loro acidità e poi abbiamo ancora la signora Raspadura, il formaggio tipico del Lodigiano di cui vi ho parlato negli articoli precedenti. In questo piatto lo utilizziamo sia per mantecare,  mescolandolo al risotto e facendolo sciogliere all'interno, sia per condire e decorare con le fette di pesca.
Per quanto riguarda il riso, ho usato un ottimo Carnaroli del Lodigiano, comprato domenica scorsa presso un'azienda agricola di cui vi parlerò prossimamente.


Ingredienti 
(per 4 persone)


  • 60/80 g di riso Carnaroli a persona (o quantità differente in base alle vostre necessità e ai vostri gusti personali)
  • sale fino quanto basta
  • quanto basta di burro molto freddo per mantecare e per cuocere le pesche
  • quanto basta di formaggio Raspadura 
  • 2 o 3 pesche ben lavate 


Preparazione 
(circa 15 minuti)


Facciamo tostare il riso a secco, saliamo e poi continuiamo la cottura bagnando con acqua o brodo vegetale. Saliamo ancora a metà cottura e verso la fine, regolandoci con l'assaggio.


Mettiamo le pesche tagliate a dadini in una padella con una noce di burro per farle insaporire a fuoco basso per 1 minuto.
Tagliamo anche qualche spicchio di pesca e teniamolo da parte per decorare il piatto alla fine.


A cotture ultimate, mantechiamo il risotto con del burro molto freddo (1 noce di burro è sufficiente), con abbondante Raspadura (regolatevi in base ai vostri gusti) e con le pesche tagliate a dadini e fatte insaporire e intenerire nel burro. Mantechiamo a fuoco spento e lontano dal calore dei fornelli.

Serviamo il risotto aggiungendo degli spicchi di pesca al centro e della Raspadura a piacimento.











10 commenti:

  1. M'ISPIRA TANTISSIMO, ASSOLUTAMENTE DA PROVARE, BELLA IDEA!!!AL POSTO DELLA RASPADURA CHE NON HO MAI VISTO COSA POSSO USARE???BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabry. A noi è piaciuto tantissimo!
      Puoi usare il grana/parmigiano per mantecare, ma per la forma a veli della Raspadura, usata anche con le pesche ..... è l'originalità della Raspadura che viene appunto grattata con una raspa.

      Elimina
  2. Spesso i piatti migliori nascono proprio dall'improvvisazione ^_^ amo l'inserimento della frutta nei piatti salati e questi mix di sapori deve essere proprio ottimo :-)
    Complimenti Tizi e felice giornata <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Consu!
      Grazie mille e buona settimana :)

      Elimina
  3. Ho scoperto che il risotto con la frutta mi piace un sacco, dovrò provare anche con le pesche!!!

    RispondiElimina
  4. Ma che buono Tiziana!
    Mi piace molto l'idea delle pesche abbinate al riso.
    Da provare!
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria! Se ti piacciono le pesche, sono certa che ti piacerà anche il risotto ;)
      A presto e un abbraccio anche da parte mia :)

      Elimina
  5. Amo il risotto con la frutta, come non tufferei una forchetta dentro. Io devo sempre bisticciare in famiglia con uno o con altro quando uso la frutta nei salati e la verdura nei dolci, ma qualche volta passo oltre e li preparo, perché mi piace svariare e provare nuovi gusti, anche se spesso devo fare due pietanze insieme !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che peccato, è così buona con il salato! A tante persone comunque non piace, i tuoi famigliari non sono i soli, è purtroppo abbastanza diffuso. Peccato...ma sono certa che qualche volta ti rifarai con un piatto tutto per te :)

      Elimina