.

.

venerdì 1 aprile 2016

Pane con semola di grano duro











La semola ha un sapore inconfondibile, ricco, intenso, avvolgente, materno. Io trovo che il pane con la semola di grano duro sia ottimo per accompagnare un pasto, così come per fare colazione, magari con una buona marmellata spalmata sopra. Ecco la ricetta.

Ingredienti per una ciambella come quella che vedete nella foto (con tranci per 8 persone). Non abbiate paura a sfornare delle forme grandi perchè gli impasti più consistenti lievitano velocemente e poi, quando il pane è fatto con il lievito madre, dura tranquillamente una settimana a temperatura ambiente, chiuso in un sacchetto di carta. Potete comunque congelarlo a fette e utilizzarlo all'occorrenza.

  • 400 g di semola di grano duro
  • 100 g di lievito madre (io ho usato il mio lievito madre mantenuto in acqua e rinfrescato ogni giorno)
  • 300 g di acqua
  • 2,5 g di sale

Abbiamo una lievitazione diretta e un impasto.

Cominciamo ad impastare (a mano oppure con la planetaria) la farina con il lievito madre e il 50% di acqua. A metà impasto aggiungiamo la restante acqua e il sale.

Formiamo un bel panetto liscio e omogeneo e poi lo lasciamo riposare per un'ora abbondante alla temperatura ottimale di 28°C.

Arrotondiamo con le mani il nostro panetto, formiamo la ciambella creando un buco al centro del pane, sempre con l'aiuto delle nostre mani e poi poniamo il pane su una tavola infarinata e lo lasciamo lievitare fino al raddoppio del suo volume, alla temperatura ottimale di 28°C.
Io riproduco sempre la cella di lievitazione nel mio forno, accendendo la luce del forno e adattandolo alla temperatura di 28°C (basta accendere il forno per pochi secondi). Munitevi di una piccola sonda da cucina per tenere monitorata la temperatura. E' molto importate.

A lievitazione avvenuta, capovolgiamo il pane e facciamo 2 o 4 incisioni con una lametta, mentre preriscaldiamo il forno a 230°C.

Inforniamo alla stessa temperatura per circa 10 minuti e poi abbassiamo la temperatura di cottura a 210°. Durante gli ultimi minuti di cottura, apriamo una fessura del forno.

Il pane è pronto quando ha una superficie dorata, una temperatura al cuore di 92°C e, battendo sul fondo del pane con le nocche delle dita, si sente il vuoto.

Buona semola a tutti amici.






9 commenti:

  1. UN PANE DIVINO!!!!NNO HAI PENSATO DI POTERMELO MANDARE AL MIO CONTEST"FESTEGGIA CON ME>"SUI LIEVITATI, MI FAREBBE MOLTO PIACERE!!!!TI ASPETTO!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dolcissima Sabry.
      Vengo subito a vedere il tuo contest. Arrivoooooo

      Elimina
  2. Anch'io amo utilizzare la semola di grano duro x i miei lievitati e questo pane deve avere un profumo inebriante :-) Bravissima Tizi e felice we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu mi puoi capire Consu! Grazie e sereno weekend anche a te :)

      Elimina
  3. Il pane di semola è uno dei miei preferiti. Io quando passano due o tre giorni, con le ultime fette ci striscio sopra dei pomodorini, olio e origano ... mamma quanto mi piace! Spero sempre che mi avanza qualche fetta, perchè lo adoro proprio, quando non è più fresco. Buon fine settimana Tizi, un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu Terry puoi capire.... lo so, lo so....
      Mi hai fatto venire voglia di pomodorini, olio e origano... mannaggia ho appena finito di mangiare ;)
      Un abbraccio e sereno fine settimana cara Terry

      Elimina
  4. Ho imparato da poco ad apprezzare la semola e non posso che ammirare il tuo pane :)
    Un bacio e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora mi puoi capire Dani!
      Non smetteresti mai di mangiarla...
      Un bacio e buon sabato anche a te
      Tiziana

      Elimina
  5. Il pane di semola é un'altra cosa cara Tiziana...io lo adoro il profumo che sprigiona é inebriante, questo pane é fantastico! Bravissima!!!
    Un caro abbraccio e felice serata!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina