.

.

sabato 30 aprile 2016

Cupolino dolce con farina integrale uvetta e lievito madre













Vedendo la forma di questo lievitato dolce, vi state chiedendo se ho nostalgia del Natale? La risposta è che avevo finito i miei stampini da cake così, in preda alla voglia di pasticciare e impastare, mi sono lasciata convincere da quel pirottino per panettone da mezzo chilo che mi guardava dalla mensola più alta della cucina...
Ho messo le mani in pasta, anzi sulla planetaria, ho inserito il gancio e ho cominciato a lavorare la farina Petra 9 con tutto il grano, il lievito madre, sale, l'acqua, quindi zucchero, uova e burro e mi sono lasciata trasportare un pò dall'istinto. Ho fatto un dolce ad un solo impasto e con lievitazione diretta. A vederlo sembrerebbe un dolce simile al panettone con il classico doppio impasto, ma in questo caso ho voluto fare delle prove e ho utilizzato gli ingredienti che vi indico di seguito in un unico impasto.
Io adoro la farina integrale pertanto sarebbe ridondante dirvi che questo dolce è molto buono. Se amate come me i sapori rustici e il loro abbinamento con il dolce e con la frutta, vi consiglio di provarlo, altrimenti potete sempre orientarvi verso dolci con farina bianca e sapori più delicati.






Ingredienti:
  • 250 g di farina integrale
  • 100 g di lievito madre
  • 80 g di tuorli
  • 110 g di zucchero
  • 60 g di acqua a 30°C
Impastare, incordare e aggiungere:
  • 60 g di tuorli
  • 60 g di acqua a 30°C
  • 150 g di burro
  • un pizzico di sale
  • 100 g di uvetta sultanina ben lavata e messa in ammollo in un bicchiere di limoncello. Io preparo sempre l'uvetta la sera prima di impastare così posso lasciarla in ammollo tutta la notte. Ricordatevi di metterla in un contenitore chiuso e di riporla in frigorifero. La frutta deve essere sempre aggiunta alla fine, durante l'ultimo minuto di impastamento e bisogna azionare la velocità n. 1.
  • la scorza grattugiata di 2 limoni (fate attenzione a non grattare la parte bianca perchè è amara).
  • zucchero a velo per spolverare prima della cottura



Dopo aver impastato bene gli ingredienti (a mano o con la planetaria), lasciamo "puntare" l'impasto sul nostro piano di lavoro per circa 1 ora, a temperatura ambiente. 

Mettiamo l'impasto nel pirottino e lasciamo lievitare fino a che avrà triplicato il suo volume. Io ho messo l'impasto nel forno spento, impostando la temperatura di 28°C e lasciando la luce del forno accesa.

A lievitazione avvenuta, cospargiamo la superficie del dolce con dello zucchero a velo e inforniamo nel forno già preriscaldato.
Cuociamo con vapore a 180°C per i primi 10 minuti e poi abbassiamo la temperatura a 160°C fino a fine cottura e fino al raggiungimento di 92°C al cuore del dolce. Munitevi di una sonda per tenere sempre monitorate le temperature.












1 commento:

  1. Ah ah, si, l' ho pensato!! Anche io ho un sacco di voglia di dolci lievitati dopo l' ultimo che ho fatto e poi con la farina integrale vengono davvero buonissimi!! Un bacione Tiziana, buona settimana!!

    RispondiElimina