.

.

domenica 20 marzo 2016

Tortelli radicchio mele e mandorle












Cosa ne pensate di provare questo abbinamento? Radicchio con le mele e le mandorle: io l'ho provato oggi e l'ho utilizzato per fare 4 piatti, uno diverso dall'altro, ma con questo abbinamento di base strepitoso. E' buonissimo e va bene anche per i bambini che solitamente non amano il sapore amarognolo del radicchio. Mi sono fatta contagiare dalla Cucina Cirrrrrcolareee ... e così ho preparato questi piatti ricchissimi di sapore e delicati allo stesso tempo, che vi mostrerò in 4 post differenti. Sono veloci da prepare ed economici. Se pensate che partendo da un radicchio, una manciata di mandorle e una mela si possono fare 4 piatti differenti, di diversa portata e per 4 persone, probabilmente vi verrà voglia di provarci. Allora buona giornata a tutti e buona domenica. Andiamo a pesare gli ingredienti per questi tortelli. Dimenticavo... un ottimo vino rosso è l'ideale per accompagnare questo abbinamento di sapori nel piatto.











Ingredienti per la pasta fresca fatta in casa 
(per 4 persone) e preparazione:


  • 50 g di farina di semola (potete usare anche solo farina tipo 0, ma il gusto e la consistenza finale dati dalla semola sono molto meglio)
  • 150 g di farina tipo 0
  • un pizzico di sale (potete ometterlo e salare soltanto l'acqua di cottura nel quale lesserete i tortelli). Ci sono differenti scuole di pensiero in merito alla salatura dell'impasto.
  • 2 uova 



Misceliamo le farine e le mettiamo nel classico modo "a fontana", versando al centro 2 uova. Lavoriamo su un piano di lavoro oppure in una ciotola.
Mescoliamo le uova e poi amalgamiamo gradualmente la farina dall'esterno verso l'interno fino ad impastare per bene il tutto e a formare un panetto liscio ed omogeneo.
Copriamo il panetto con pellicola e facciamo riposare per circa 30 minuti in frigorifero.
Passato il tempo di riposo, infariniamo leggermente il nostro piano di lavoro e poi cominciamo a stendere la pasta con il mattarello fino ad uno strato molto fine. Se utilizziamo la macchina sfogliatrice, stendiamo la pasta fino al livello 7 oppure 8. Il ripieno si deve ben sentire sotto i denti quando degustiamo i nostri tortelli.
Formiamo tante strisce di pasta e successivamente tanti piccoli quadratini, come indicato nella foto. Potete farli di 2 cm x 2 cm, che secondo me sono i più graziosi, oppure farli più grandi, ad esempio 4 cm x 4 cm, ma potete altresì farli di altre forme. In questo campo ci si può proprio sbizzarrire e nell'archivio del blog potete trovare molte ispirazioni al riguardo, cliccando sotto la voce "tortelli", "ravioli", "pasta fresca", "primi piatti".
Adagiamo poca farcia (più avanti vi spiegherò come prepararla) al centro dei vostri quadratini e poi diamo forma ai nostri tortelli. Li chiudiamo a triangolo, schiacciando bene con i polpastrelli delle dita lungo i lati, in modo da sigillarli per bene e poi uniamo i due angoli della base del triangolo. Mentre chiudiamo i tortelli, cominciamo a far bollire l'acqua per cuocerli; saliamola con sale grosso prima di versarvi i ravioli. A cottura ultimata, serviamo con del buon burro fuso.











Ingredienti per la farcia
e preparazione

Come vi anticipavo all'inizio dell'articolo, questa quantità è stata sufficiente per preparare 4 ricette differenti per 3/4 persone l'una. Non ho potuto prepararvi una grammatura differente perchè ho preferito cucinare tutto il radicchio utilizzato per una questione di conservabilità della verdura. Se non volete cucinare tutte le altre ricette che vi proporrò in seguito, potete gustarvi questa composta anche al cucchiaio o fare molti più ravioli da congelare. E' davvero ottima.

  • 1 radicchio trevigiano
  • 1 cipolla bianca piccola
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico di Modena
  • 50 g di mandorle da tritare, senza ridurle in farina
  • 2 mele rosse
  • 1 goccio di olio evo

Tritiamo la cipolla e la facciamo stufare con l'olio in una padella molto capiente.
Aggiungiamo il radicchio, lavato e tagliato grossolanamente e le mele anch'esse lavate e tagliate a pezzettoni irregolari, lasciando la buccia.
Tagliamo grossolanamente perchè andrà tutto frullato successivamente.
Facciamo cuocere per qualche minuto a fiamma bassa, sfumiamo con l'aceto e cuociamo ancora brevemente facendo attenzione a spegnere il fuoco quando c'è ancora un pò di liquido di cottura nella padella, perchè questo servirà per frullare bene il tutto, senza dover aggiungere olio.
Frulliamo prima le mandorle e poi aggiungiamo gli elementi cotti nel frullatore per frullare tutto insieme e per creare una composta.
Utilizziamo questa farcia per creare i tortelli di questa ricetta e per insaporire anche le altre ricette che vi proporrò.






4 commenti:

  1. Ottimi!! Un ripieno originale e molto sfizioso!! Brava Tiziana, sono curiosa di vedere cos' altro ti sei inventata!!
    Un bacione e buona Domenica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Silvia :)
      Arriverò a brevissimo :))))))
      Buona domenica anche a te

      Elimina
  2. CHE BUONI, CHE INVENTIVA, CHE MANUALITA'!!NON POSSO FAR ALTRO CHE FARTI I COMPLIMENTI!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabry, sei dolcissima!
      Buona domenica e a presto.

      Elimina