.

.

lunedì 1 febbraio 2016

Settimana dei Cavoli nel Calendario del Cibo Italiano


Oggi si apre la Settimana dei Cavoli nel Calendario del Cibo Italiano e cliccando su questo link potrete accedere direttamente al discorso di commemorazione ufficiale di Tamara Giorgetti sul sito AIFB.


Per contribuire anch'io a questa settimana con una mia ricetta, devo ammettere che ho avuto qualche difficoltà a scegliere. Come è facile intuire dal nome del mio blog, questo sito pullula di ricette di cavoli, così ho deciso di partecipare con una delle ultime ricette fatte con il cavolo nero. Si tratta della lasagna con ragù di carne e cavolo nero.
Il cavolo nero è una varietà di cavoli, privo di gemma centrale, con foglie di colore verde scuro che hanno una superficie bollosa. Il cavolo nero è particolarmente gustoso se viene raccolto dopo la gelata invernale. In cucina usiamo le sue foglie private dello stelo e, nella nostra tradizione, è particolarmente famosa la Ribollita, un tipico piatto della cucina toscana.





Se amate anche voi i cavoli, sono sicura che questa ricetta vi farà venire l'acquolina in bocca. Se invece siete tra coloro che non li amano particolarmente, allora vi consiglio di avvicinarvi lentamente a questa meraviglia della natura, in modo da arrivare anche voi ad apprezzarla e a cucinarla in tutte le maniere. Salute e palato vi ringrazieranno. A proposito... "esame bambini" superato!

Per questa ricetta non ho preparato una besciamella, ma ho farcito la pasta con strati di ragù di carne, cavolo nero precedentemente cotto e non frullato (lasciato a pezzettoni grossolani) e una cascata di parmigiano grattugiato.

La pasta è stata rigorosamente fatta in casa poco prima della cottura in forno, utilizzando farina di tipo 1 macinata a pietra e uova. Se non volete utilizzare le uova, ricordatevi che potete tranquillamente impastare la farina con dell'acqua, in quantità sufficiente per creare un impasto liscio e omogeneo. Non vi dò le quantità dell'acqua perchè non saranno mai precise. Dipende molto dalle temperature degli ingredienti, dal tipo di farina che usate, ... quindi versate poca acqua a filo durante l'impasto e regolatevi al tatto.

Se volete dare un tocco ancora più rustico e saporito alla lasagna, potete utilizzare la farina integrale in totalità oppure tagliata con farina di tipo 1. 
Io ho fatto tante volte le lasagne con la farina integrale e vi posso assicurare che il sapore non ha eguali.

Ingredienti 
(per 4 persone):

  • 200 g di farina di grano tenero tipo 1
  • 2 uova
  • sale q.b.
  • olio evo q.b.
  • 250 g di cavolo nero lessato 
  • 200 g di ragù di carne (o quantità diversa in base ai gusti e al modo in cui siete abituati a farcire le vostre lasagne)
  • parmigiano grattugiato q.b. (io l'ho messo soltanto sull'ultimo strato della lasagna con un goccio di olio evo, ma si può mettere a piacere anche tra i vari strati)
  • 1 spicchio d'aglio
  • mezza cipolla bianca tritata
  • sale grosso

Preparazione
(1 ora e 1/2):


Prepariamo l'impasto della pasta fresca mettendo la farina nel classico metodo a "fontana", versando al centro le uova (o l'acqua) e cominciando a sbattere le uova e poi, piano piano, amalgamando la farina dall'esterno verso l'interno, fino ad ottenere un bell'impasto liscio, compatto ed omogeneo. Copriamo il panetto e lo lasciamo riposare 30' in frigorifero.

Contestualmente facciamo lessare il cavolo nero. Facciamo prima un fondo di cottura in una pentola con un goccio di olio evo, la cipolla tritata e l'aglio. Dopo aver fatto stufare la cipolla, eliminiamo l'aglio, aggiungiamo il cavolo nero precedentemente lavato e tagliato e poi aggiungiamo un pò di acqua (fino a coprire la verdura). Cuociamo per circa 15'/20', saliamo, scoliamo e teniamo da parte.

A parte dovremmo già aver preparato il ragù di carne. 

Passato il tempo di riposo del panetto, stendiamo la pasta con il matterello su un piano di lavoro leggermente infarinato (senza esagerare con la farina). Possiamo anche farci aiutare dalla macchina sfogliatrice. 
Dobbiamo tagliare tante strisce di pasta che useremo per gli strati della lasagna. Non vi do delle misure precise perchè secondo me la cosa migliore è quella di regolarvi con le dimensioni della vostra teglia da forno. Decidete quindi quale teglia usare e poi tagliate tante strisce della lunghezza adatta.

A questo punto siamo pronti per preparare la teglia e cuocere in forno. 
Bisognerebbe dare una scottata alla pasta fresca in una pentola con acqua bollente, poi metterla 1 secondo in un recipiente d'acqua fredda per bloccare la cottura e poi ancora metterla ad asciugare su dei canovacci puliti. 
Ormai sapete che io spesso salto questo passaggio. La pasta che preparo è molto sottile si cuoce perfettamente in forno, grazie anche a tutto il condimento che solitamente aggiungo e devo dire che sorvolo allegramente questo noioso passaggio.... Lo ammetto!

Prendiamo la nostra teglia, versiamo un filo di olio evo sul fondo, spalmandolo con un pennello da cucina, e cominciamo a mettere il primo strato di pasta. Continuiamo così alternando uno strato di pasta con il cavolo nero al successivo strato di pasta con il ragù. Se preferite, potete tranquillamente fare tutti gli strati con entrambe le farciture (verdura e ragù).
Sull'ultimo strato io ho aggiunto un filo di olio evo e tantissimo parmigiano grattugiato al momento.

Preriscaldiamo il forno e cuociamo a 200° fino a che le lasagne saranno ben cotte. I forni funzionano tutti in maniera differente... Con il mio forno ho impiegato meno di 30'.

Il magnifico profumo comincerà ad invadere la casa molto prima che la lasagna sarà perfettamente cotta, pertanto non cedete a tentazioni e aspettate...



12 commenti:

  1. Un modo nuovo e diverso di preparare una lasagna, ottima idea! :-)

    RispondiElimina
  2. io ho fatto i cavolini di Bruxelles magari li avresti apprezzati, li cucinerò si e no una volta all'anno.. mi gonfiano troppo tutti i cavoli, broccoli, cavolfiori tutto quello che piace a te insomma :-) ahahah un bacione e brava per la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiiii, adoro i cavolini! Li ho fatti con le pere :)
      Però sulla pasticceria andiamo maggiormente d'accordo... ;)
      Ciao Simoooooo

      Elimina
  3. Amo tutti i tipi di cavolo e anche quello nero. Ogni tanto lo compro e lo preparo e tutti in famiglia lo gradiscono. Buonissima questa lasagna ! Un abbraccio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io Andrea :)
      Ciao e grazie.
      Un abbraccio
      Tiziana


      Elimina
  4. Tiziana ciao ancora non ero passata a ringraziare, belle le tue lasagne, amo il cavolo nero e da buona toscana ne mangio sempre molto, anche ieri ho preparato il pesto che poi metterò, è buono in tanti modi e fa molto bene, io non mangio carne ma preparo le lasagne con il ragù per i miei figli quindi so cosa vuol dire, sono molto belle e le proverò solo con nil cavolo nero, grazie per aver partecipato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tamara, grazie a te per il bellissimo articolo che ci farà compagnia tutta la settimana. Per me è un vero piacere contribuire con i cavoli! Queste pagine ne sono piene ;)
      Ciao e buon calendario del cibo italiano

      Elimina
  5. io adoro tutti i cavoli ed il "nero" ora lo trovo anche nella mia città, finalmente! Piuttosto... non amo la carne :))) ma sono sicura che potrò sostituire con un "finto ragù" per un piatto dal sapore tutto toscano. Bellissima, comunque, l'idea di utilizzare il cavolo per le lasagne e devo dire che le tue, lassù, mi fanno venire l'acquolina! Buon calendario :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fausta, grazie mille.
      Io le ho provate anche con un buon sugo di pomodoro o con la besciamella di farina integrale.
      Buonissimo calendario anche a te :)))

      Elimina
  6. Originalissime ste lasagne. Bello anche il contrasto di colori della fetta! Amo molto il cavolo nero ma ancor di più le lasagne. Tocca provarle!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sabrina.
      Anch'io stravedo per le lasagne...
      A presto.
      Tiziana

      Elimina