.

.

domenica 14 febbraio 2016

Salon du Chocolat Milano: la seconda giornata






Anche il secondo giorno di bagno nel cioccolato si è concluso! Come ha detto il Maestro Luca Montersino quando è salito sul palco del chocoshow: "Oggi si sta benissimo qui dentro... fuori piove, fa freddo, qui fa caldo, c'è questo intenso profumo di cioccolato tutto intorno..." 




Ormai l'atmosfera del Salon du Chocolat l'avete compresa. E' l'apoteosi del cioccolato, è l'allegra festa di questa meraviglia che i grandi maestri pasticceri presenti al salone hanno saputo valorizzare in maniera straordinaria. Complice di questo grande successo è stata anche la giornata di San Valentino, che ha attirato molti innamorati a brindare con una tazza di cioccolato.






Oggi abbiamo visto fare tante magie, perchè la pasticceria e la cioccolateria sono in fondo nient'altro che vere e proprie magie. I sogni erano impacchettati per le feste ed erano in bella mostra agli stand presenti al salone e le bacchette magiche erano in mano ai nostri grandi maestri. 
Noi appassionati eravamo lì, in religioso silenzio, a farci ammaliare durante i chocoshow; a farci deliziare dagli assaggini; a farci trasportare dai racconti di ricette, storie di concorsi vinti e stravinti con grandissimo merito e a tentare di carpire qualche scintilla proveniente dalle bacchette magiche, per provare a riprodurre umilmente a casa nostra quegli stessi prodigi.




Oggi ho assistito a due cooking show: il primo del grandissimo Maestro Gino Fabbri, Presidente AMPI e il secondo del grandissimo Maestro Luca Montersino, la nostra rockstar della pasticceria.
Non mi dilungo a raccontarvi le coraggiose gesta di questi cavalieri, perchè ormai li conoscete tutti, inoltre non basterebbero dieci pagine per raccontarvi di loro. 
Non vi nego che sarebbe stato bellissimo poter vedere anche le altre masterclass, tutte di eccezionale livello, ma il tempo è sempre tiranno.
I due chocoshow sono stati entusiasmanti e molto diversi tra di loro. Avevamo due generazioni diverse a confronto, due filosofie, due carriere uniche, bellissime e diverse.

Il Maestro Gino Fabbri, con l'eccezionale aiuto del Maestro Davide Comaschi (ve ne ho parlato ieri nel precedente articolo), ha fatto una mousse di cioccolato in due varianti, partendo dallo stesso cioccolato di base, mentre il Maestro Montersino ha presentato la torta Sacher di Golosi di Salute.

E' stato un successo emozionante ed entusiasmante. Io ne esco sempre estremamente motivata e devo ammettere che, complice il mio carattere, traggo sempre grandi insegnamenti personali oltre che culinari.
Sentire parlare il Maestro Gino Fabbri, con la sua cadenza bolognese, la sua ironia e simpatia, sempre sinonimi di grande intelligenza, è stato illuminante. Seguire attentamente il Maestro Montersino, la sua parlata ritmica, che non perde un colpo, dal perfetto tempismo, che non cede al minimo recupero di fiato, è sempre una grandissima scuola in pillole, imperdibile e che non ha eguali. E' un maestro nel DNA e noi appassionati non possiamo che seguirlo ad occhi chiusi.









Un ultimo ringraziamento va ancora alle brave e competenti maestre del Kikolle Lab, che hanno saputo intrattenere i nostri bambini facendoli divertire tantissimo. Ieri ve ne avevo già parlato, ma ve ne parlo ancora con piacere perchè queste cose non sono mai scontate. E' giusto segnalare che anche la Digital Events ha saputo capire l'importanza di mettere a disposizione delle famiglie in visita al salone, degli spazi realmente a misura di bambini. Anche questo è sinonimo di rispetto e di capacità organizzativa.






Domani sarà la terza e ultima giornata del salone e, tra gli altri, saranno presenti il grande Chef Carlo Cracco, che presenterà il suo ultimo libro (io l'ho già messo sul mio comodino e stasera lo leggerò d'un fiato...) e il bravissimo e ormai famosissimo Maestro Ampi Alessandro Servida.

Vi saluto con una frase di oggi del Maestro Gino Fabbri: "Si vede sempre se un dolce è fatto con il cuore oppure se è fatto solo ai fini commerciali". Questa frase dice da sola tante, tante cose.





Se vi siete persi i precedenti articoli e avete voglia di dargli un'occhiata, li trovate cliccando qui e qui.













4 commenti:

  1. No,non me li sono persi. ;)
    Grazie Tiziana per averci dato l'occasione, attraverso i tuoi occhi e il tuo entusiasmo, di partecipare a questo travolgente e meraviglioso evento.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te carissima Silvia
      Buona giornata ☺

      Elimina
  2. Me li sono goduta i tuoi articoli. Così in qualche misura mi sono sentita partecipe. Grazie per la condivisione e aspetto le meraviglie che sfornerai, dopo questi insegnamenti. Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Terry, grazie a te di avermi fatto compagnia con il pensiero. Ti sarebbe piaciuto.
      Magari alla prossima occasione ci troveremo ancora!
      Un abbraccio
      Tiziana

      Elimina