.

.

mercoledì 17 febbraio 2016

Kugelhopf montato









Oggi faccio un dolce, il kugelhopf, utilizzando un vecchio stampo che mi aspettava da tempo nel ripiano della cucina sotto il forno.

Il nome di questa torta deriva dalla parola tedesca Kugel che significa palla e che ricorda la forma i questo ciambellone. E' tipico dell'Alsazia, si prepara solitamente durante le feste natalizie e viene proposto in molte varianti.
Io proverò a fare questa ricetta del maestro Achille Zoia, tratta da Il Pasticcere. Si tratta di un Kugelhopf montato, profumato al rum, alla vaniglia e all'arancia e senza aggiunta di frutta.

Mi sono avvicinata a questa ricetta con un pò di scetticismo. Avete presente quel preconcetto che hanno i cultori del lievito madre nei confronti del baking? Ecco, io qualche volta ce l'ho... Ho visto scritto Baking tra gli ingredienti e subito ho pensato: "no, dai... facciamolo con il lievito madre!". Però quella foto del dolce continuava a richiamare la mia attenzione... sembrava davvero buonissimo e allora ho dosato gli ingredienti e mi sono messa al lavoro.
Risultato? Buonissimo, buonissimo davvero. E' da provare. 

Le quantità indicate sono adatte ad uno stampo classico da kugelhopf.





Ingredienti:

  • 300 g di burro
  • 500 g di zucchero semolato
  • 550 g di uova
  • 200 g di fecola
  • 300 g di farina (io ho usato una farina debole per frolla)
  • 20 g di baking
  • 2 g di sale
  • i semi di 1 bacca di vaniglia
  • 20 g di rum
  • la scorza di 2 arance grattugiate (fate attenzione a grattugiarle delicatamente e a non grattare la parte bianca sotto la buccia perchè è amara)

Preparazione
(tempo totale circa 1 ora e 20 minuti):

Montiamo burro, zucchero e fecola con la planetaria.
Uniamo le uova gradualmente, il sale, i semi di vaniglia, il rum e, per ultimi, la farina (aggiungendola in 3 volte e non tutta insieme), il baking e la scorza delle arance. Le farine e il lievito vanno sempre setacciati bene almeno un paio di volte.
Preriscaldiamo il forno a 170° e cuociamo alla stessa temperatura per circa un'ora. Regoliamo comunque tempi e temperatura in base alle caratteristiche del nostro forno).





10 commenti:

  1. Ciao Tiziana, anch'io è tanto tempo che vorrei fare il kugelhops (o l'altro nome che non riesco a ricordare a memoria) perchè mi ha sempre attirato. Il tuo è così soffice. Sarà una colazione stupenda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Natascia! Ti consiglio veramente di farlo perchè è molto meglio di quanto ci si possa aspettare. Ci sono tante ricette ovunque, ma se posso consigliarti, ti suggerirei di fare questa. Non a caso è firmata Zoia. E' una grandissima garanzia. Dopo 2 gg è ancora morbidissimo. Il rum si sente tanto quanto basta e la vaniglia... beh, i semi della vaniglia fan sempre la loro parte!
      Ciao e a presto!

      Elimina
  2. Ha un aspetto meraviglioso e non oso immaginarne il sapore, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consuelo, è davvero ottimo ... ;)

      Elimina
  3. Che bel dolce!! Davvero soffice e profumatissimo!! Non ho mai usato questa tecnica per una torta, devo provare, il risultato parla da solo!!
    Un abbraccio Tiziana, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Silvia, te la consiglio perché rende certi dolci fantastici ☺☺
      Un abbraccissimo

      Elimina
  4. Ma dove trovo l'elenco di tutte le tue meravigliose ricette? 😍😍😍😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sparito.... :(
      Se guardi però nella colonna di destra, c'è "Archivio blog" con elenco titoli in ordine di pubblicazione, mentre nel riquadro "cerca" sei libera di scrivere quello che cerchi così appariranno tutti i titoli correlati.
      Grazie e ciao

      Elimina