.

.

domenica 20 settembre 2015

Sweety of Milano: quel dolcissimo fine settimana







Milano, siamo nell'antico Palazzo delle Stelline 
il cui chiostro durante questo fine settimana 
viene affollato da dolci e pasticceri.

Dalla finestra strizzo l'occhio a Santa Maria delle Grazie.
Attraverso il portone del sagrato 
provo a dare forma con la memoria a l'Ultima Cena.
Poco distante, la bellissima via Dante 
che ci conduce al Castello Sforzesco 
dove i ricordi delle domeniche da bambina 
e delle infinite letture fatte sulla storia e sulle vicende del castello, 
si perdono e riaffiorano disordinati.
A due passi la vigna di Leonardo.
Poco dietro il Duomo.
 Camminando lungo le vie più strette, 
così famigliari nei miei percorsi di una ventina d'anni fa, 
ritrovo le affissioni in memoria delle 5 Giornate, 
che mi fermo sempre a rileggere sebbene le conosca a memoria
Se passeggio un po' in lungo e in largo, 
ripercorro le strade del Manzoni,... 
e molti altri luoghi unici da visitare.
La domenica mattina è sempre stato il mio momento preferito 
per stare in questa città dalle molte contraddizioni, 
spesso poco compresa, ma di straordinaria bellezza e cultura.
Le domeniche di sole, poco dopo l'alba, 
quando non ci sono ancora troppe persone che l'affollano. 
Le domeniche come oggi.
Stamattina siamo già in tanti, 
tutti in fermento 
e non esiste posto migliore dove riunire i migliori pasticceri d'Italia 
e dove premiare il migliore panettone.
Milano, non sei mai stata tanto dolce come oggi.









Vi ricordate quando vi avevo scritto in merito a Sweety of Milano? Cliccando qui vedrete il vecchio articolo in cui si cominciava a delineare questa 2 giorni (19 e 20 settembre 2015) di infinita dolcezza.

Sweety è stata una grande vetrina per la pasticceria italiana, allestita nell'antico palazzo delle Stelline di Milano, in Corso Magenta, dove pasticceri tra i migliori d'Italia hanno avuto il loro spazio per la vendita di prodotti. Provate ad immaginare tutti questi "banchi vendita" uno affianco all'altro con i più grandi maestri in persona. Per gli appassionati di pasticceria è stata una bellissima giornata perché le prelibatezze di questi maestri si possono degustare più o meno sempre, ma incontrare proprio loro in un unico simposio e soprattutto assistere alle masterclass è stato davvero entusiasmante.

La cosa più bella di questo "raduno", come mi piace chiamarlo con simpatia e stima, è stata a mio avviso la comprensione da parte di tutti dell'immenso potenziale dell'unione delle forze. Poter concentrare tutta questa grandissima professionalità e presentarla al mondo così, senza chiaramente togliere nulla alla personalità e particolarità di ogni maestro, è stata davvero una cosa unica e nuova e probabilmente getterà le basi per futuri sviluppi e per nuovi orizzonti.

Spero soltanto che il prossimo anno, senza nulla togliere alla bellissima location, Sweety verrà organizzata allo Stadio... scherzi a parte, la grande affluenza di persone è stata bella e molto gradita, ma ha reso altresì difficile partecipare a varie masterclass, facendo lunghe e stancanti attese per accedere alle aule.
Peccato anche per l'assenza del maestro Luca Montersino, il quale ha dovuto disdire la sua presenza di domenica. 

Vi lascio con qualche scatto della giornata. Ho fatto un pò di foto per catturare alcuni dei maestri presenti, prediligendo i volti dei maestri rispetto alle loro creazioni. Alcuni emozionati, altri concentratissimi, ognuno alla propria maniera. Avrei voluto fotografare di più, ma anche il tempo è stato tiranno. 
Cosa ci aspetta adesso? Speriamo che arrivino a breve da Italian Gourmet le ricette presentate durante le masterclass, in modo da poterle cucinare insieme a voi al più presto.






1 commento:

  1. io invece spero che venga organizzato a Torino.... :-)

    RispondiElimina