.

.

martedì 9 giugno 2015

Pate à choux con farina di tipo 1






Oggi facciamo i bignè, i "cavolini", usando eccezionalmente la farina di tipo 1 macinata a pietra.
Normalmente in pasticceria si usano farine deboli, ma io tendo sempre a pasticciare le ricette provando le mie amate farine macinate a pietra, non tanto per fare l'originale a tutti i costi o per rovinare le ricette della tradizione, bensì per vedere se riesco ad ottenere dei buoni risultanti  ugualmente e per beneficiare di tutti gli aspetti positivi che hanno rispetto ad una farina debole.
So già che il prossimo passo sarà quello di rifare il pate à choux con la farina integrale n. 9. 
Non vedo l'ora di avere il tempo per farlo...





Intanto mi affido a questa ricetta classica che ho visto fare tempo fa. Non è la ricetta del mio corso di pasticceria, ma ho voluto provarla e mi sono trovata bene. 
Vedrete sui libri e su internet che ci sono tante grammature diverse: come spesso succede, ognuno ha la propria ricetta.
I puntini neri che vedete dalle foto sui "cavolini" sono tipici della farina di tipo 1 macinata a pietra. Li noterete anche se impastate il pane con questa farina.

Ingredienti:

500 ml di acqua
250 g di burro
250 g di farina tipo 1
8 uova
1 pizzico di sale


Procedimento:
  1. Prendiamo un pentolino, versiamo al suo interno l'acqua e il burro e poi portiamo ad ebollizione.
  2. Togliamo il pentolino dal fuoco, versiamo la farina e mescoliamo.
  3. Rimettiamo il pentolino sul fuoco e cuociamo continuando a mescolare fino a che l'impasto non si stacchi dalle pareti.
  4. Facciamo raffreddare.
  5. Aggiungiamo 1 uovo alla volta, mescolando e facendo assorbire ogni uovo prima di aggiungere il successivo. Io ho fatto tutto a mano, ma si può usare la planetaria.
  6. Riempiamo un sac à poche con questo composto e formiamo delle palline (più piccole sono, più sono graziose) adagiandole sulla teglia. Alcune persone consigliano di usare la carta forno per foderare la teglia, altre invece consigliano di ungere leggermente la teglia con del burro).
  7. Preriscaldiamo il forno e cuociamo a 210° per circa 15/20', fino a doratura.






Adesso non vi resta che farcirle 
con crema pasticcera, 
chantilly, ganache...
Prossimamente faremo 
anche questo insieme
A presto!




17 commenti:

  1. tanto di cappello, mica facile ottenere un'ottimo risultato, come quello da te ottenuto con la farina 1, complimenti! io li mangerei così natùre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. merito della farina Simo
      ti confesso che li ho mangiati anch'io prima di farcirli.... e non solo uno ;)
      Grazie mille!

      Elimina
  2. Un grande classico adattato alle esigenze...bravissima!

    RispondiElimina
  3. decisamente fantastici!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  4. Ma brava!!! Sono venuti benissimo!! Anche io sto abbandonando le farine più deboli e bianche ma con la pasta choux ancora non mi sono lanciata!! Si può fareeeeee!!!
    Buona giornata Tiziana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao SIlviaaaaaaa, lanciatiiiiiiii ;) :)
      Grazie e buona notte :)

      Elimina
  5. Hai ottenuto un ottimo risultato ed io è tanto che non li faccio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora è l'occasione per riprovarci ;)
      Ciao e grazie

      Elimina
  6. Io da tempo uso solo Petra1 anche x i dolci ed il sapore è eccezionale ^_* Ottimi anche i tuoi choux ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Consuelo? Anch'io da ormai 2 anni la uso ovunque e spessissimo per fare dolci. Concordo con te sui risultati.
      Ciao, buona notte ;)

      Elimina
  7. Ottimo risultato! Fai bene a provare con le tue farine, anche io amo sperimentare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry!
      Sperimentando magari vien fuori anche qualcosa di buono ;)
      Ciao, buona notte!

      Elimina
  8. Che bel blog, complimenti. Anche io opto alcune volte per la farina tipo 1. Questa ricetta per bignè devo provarla, grazie.

    RispondiElimina