.

.

lunedì 19 gennaio 2015

Panini ricotta, ananas e lievito madre con farina di grani antichi


Il pane che vi propongo oggi è buonissimo!


Si tratta di un impasto di farina tipo 1 di grani antichi, lievito madre in crema, acqua, ricotta, sale, olio e ananas disidratato.


L'ananas è già presente nel mio blog, sia per quanto riguarda le ricette del pane, sia per quelle di altri dolci e salati. 
Oggi ho pensato di usarlo ancora in abbinamento a questa fantastica farina, al mio lievito madre e alla ricotta. 


Non avevo ancora provato a fare il pane con la ricotta, ma finora avevo solo usato formaggi come parmigiano, scamorza ed emmental. 
Devo ammettere che è un pane buonissimo, molto molto morbido e ve lo consiglio vivamente.
Sono davvero soddisfatta. Siamo tutti soddisfatti...


Allora ecco la ricetta
Ingredienti:
  • 350 gr. di farina tipo 1 di grani antichi della provincia di Parma
  • 100 ml. di ricotta fresca
  • un cucchiaio di olio evo
  • 100 gr. di li.co.li., lievito madre a coltura liquida rinfrescato ogni giorno
  • 190 gr. di acqua (aumentate la quantità nel caso in cui dovesse servire)
  • 6,5 gr. di sale
  • una manciata di ananas disidratato in cubetti



  1. Impastiamo gli ingredienti con il gancio della planetaria cominciando con farina, acqua e lievito. 
  2. Aggiungiamo la ricotta e poi l'olio, continuando ad impastare. 
  3. Uniamo anche il sale e incordiamo l'impasto continuando ad impastare a bassa velocità.
  4. Per ultimo mettiamo l'ananas disidratato e impastiamo ancora per 1 minuto a velocità 1.
  5. Spostiamo l'impasto sul piano di lavoro infarinato, lo lavoriamo leggermente con le mani e facciamo partire la fermentazione a temperatura ambiente in un contenitore coperto.
  6. Dopo 1 ora mettiamo l'impasto in frigorifero, sempre in un contenitore coperto, e lo lasciamo riposare per 12 ore. Io ho fatto l'impasto intorno alle ore 18.00 e sono stata comoda a lasciare l'impasto tutta la notte in frigorifero. Non è necessario che rimanga per 12 ore. Possiamo fare anche una lievitazione controllata più corta e comunque non più lunga delle 24 ore.
  7. Trascorso il tempo di riposo in frigorifero, facciamo lievitare il panetto a temperatura ambiente. 
  8. Non appena il volume raddoppia, ci spostiamo ancora sul piano di lavoro infarinato e facciamo le pezzature uguali dando poi forma ai nostri panini.
  9. Lasciamo riposare ancora 20', sul piano di lavoro o sulla teglia da forno e preriscaldiamo il forno alla massima gradazione.
  10. Cuociamo a 220° per 10' e poi abbassiamo la temperatura a 180° fino a fine cottura (circa 20/25').
  11. Lasciamo raffreddare su una gratella prima di servire.








Con questo pane partecipo a Panissimo, 
evento creato da Barbara (www.myitaliansmorgasbord.com)  
Sandra (www.sonoiosandra.blogspot.com)  e ospitato questo mese da Sandra



Partecipo inoltre alla raccolta della gemella polacca



Linky Party 2015

15 commenti:

  1. Ma tu a quest'ora pubblichi queste delizie? Mi fai venire già fame, Tiziana ma quanto sei brava tesoro mio?
    Questa meraviglia è da 10 e lode! Sei bravissima!!!
    Un abbraccio e buona settimana!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, grazie!
      Si, il tempo per fare il blog lo trovo di notte ;)
      Ciaooo, buona settimana
      Tiziana

      Elimina
  2. Ormai non dovrei più stupirmi, ma ogni volta mi lasci senza parole. Questo pane dev'essere la fine del mondo!!!!
    Quando ho iniziato, grazie all'essiccatore, a crearmi scorte di ananas disidratato, ho immaginato anche io una contestualizzazione simile. Tu l'hai resa concreta. Sei grande!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica e grazie come sempre.
      Con il tuo essiccatore e le tue scorte di ananas, questo pane sarebbe stato ancora più sano e buono!
      Ciao Erica, grazie ancora e buona giornata
      Tiziana


      Elimina
  3. Grazie ai linky party conosco sempre dei nuovi blog! Complimenti per questi panini sono talmente invitanti che mi sembra di sentire il profumo! Buona giornata. Giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giorgia, piacere di conoscerti.
      Anche per me è lo stesso con il linky!
      Buona giornata a te,
      Tiziana

      Elimina
  4. Anche questa di ricette mi attira molto, soprattutto per la presenza della ricotta che deve rendere il pane particolarmente morbido. Altra ricetta da mettere tra i preferiti :-)

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ciao Gaia, grazie!
      Effettivamente lo rende morbidissimo.
      Grazie!

      Elimina
  5. Che dirti ancora Tiziana, in queste preparazioni sei imbattibile e questo abbinamento è fantastico! Non ho ancora preparato il lievito madre... mi sa che non mi resta che venire a trovarti e usare la tua esperienza per prepararlo!!!! un abbraccio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manu, grazie.
      Non avere fretta, quando sarà il momento per farlo o per cominciare a curare uno dei miei, che ti darò con piacere, vedrai che sarà amore a prima vista! Dopodiché sarei tu ad essere imbattibile. Ne sono certa.
      Un abbraccio


      Elimina
  6. che abbinamento particolare ma mi intriga molto!!!
    Da provare sicuramente!!
    Ciao

    RispondiElimina
  7. Deve essere buonissimo, mi piacciono molto questi accostamenti anche se a prima vista sembrano azzardati.
    E' pure bello da vedere.
    Io ho provato a fare il pane (gluten free) con la burrata, è venuto una favola.
    Grazie dell'idea
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Norma, grazie!
      Si tratta proprio di abbinamenti che alla fine regalano molte soddisfazioni.
      Immagino come sia il tuo con la burrata... Avrà una morbidezza e una consistenza incredibile.
      Grazie a e buona giornata

      Tiziana

      Elimina
  8. Davvero carina l'idea di questi panini, complimenti Tiziana e in bocca al lupo x la tua super-impegnata giornata ^_*

    RispondiElimina