.

.

martedì 28 ottobre 2014

Tagliatelle verdi con polpettine di legumi




Ecco la ricetta di una pasta fresca che ho fatto qualche sera fa: le tagliatelle verdi impastate con gli spinaci accompagnate da delle gustose polpette di legumi.

Gli spinaci sono sempre ottimi per fare la pasta fresca e si prestano bene per gli impasti, donando anche un bellissimo colore alla pasta.
Per quanto riguarda i legumi, ho voluto riutilizzare quanto rimasto da una buona minestra del pranzo, a base di fave, piselli, orzo e farro per fare delle polpettine. 
Sebbene abbia condito la pasta con del sugo di pomodoro, ho voluto provare a fare le polpette al forno e ad accompagnarle al piatto senza cuocerle nel sugo. Ho ottenuto un risultato insolito per questo tipo di piatto, che normalmente vede le polpette cotte nella salsa d'accompagnamento della pasta e ben amalgamate a tutto il resto, ma nel suo genere, oltre ad essere buono e sano, ci è piaciuto molto così.



Vediamo gli ingredienti per 4 persone.

Per la pasta fresca:
  • 150 gr. di farina macinata a pietra adatta alla pasta fresca
  • 50 gr. di farina di semola rimacinata
  • una manciata di spinaci già lessati e scolati dell'acqua in eccesso (precedentemente cotti in acqua salata con qualche seme di finocchio)
  • 2 uova o acqua in quantità sufficiente fino ad impastare il tutto
Per il condimento:
  • sugo di pomodoro per 4 persone (ad ognuno la propria quantità in base alle preferenze)
  • 2 etti di legumi misti (fave, farro, orzo perlato, piselli) già cotti, insaporiti con sale e aromi e scolati del brodo in eccesso
  • 2 fette di pane in cassetta integrale e morbido (se il pane è secco, basta ammorbidirlo in un bicchiere di latte e poi strizzarlo)
  • 1 uovo interno
  • sale, pepe, erba cipollina e noce moscata
  • 1 piatto fondo pieno di farina di semola rimacinata per infarinare le polpette
  • una grattugiata di parmigiano (se vi piace, altrimenti si può saltare come ho fatto io questa volta)
  • olio evo

Esecuzione: media.
Tempi: 1 ora se abbiamo già pronti gli ingredienti come il sugo, i legumi cotti, gli spinaci cotti. Altrimenti bisogna considerare anche la cottura di questi ingredienti, in base alla quantità che vogliamo cucinare e in base al tipo di legumi e di minestra che facciamo. Se prendete i legumi freschi, considerate il tempo di ammollo di circa 6 ore e una buona oretta di cottura a fuoco medio-basso. Se invece prendete i legumi precotti, i tempi variano da prodotto a prodotto. Stesso ragionamento vale per il sugo di pomodoro.
Io consiglio, quando avete voglia di fare piatti di questo tipo, di preparare prima gli ingredienti primari e di consumarli come meglio preferite. Il giorno dopo utilizzate le piccole quantità che vi servono per creare questo nuovo piatto succulento, senza rimanere impegnati in cucina tutto il giorno e divertendovi di più.

Cominciamo con la pasta fresca: mettiamo le farine miscelate nel classico metodo a fontana e, al centro, rompiamo le uova. Cominciamo a sbattere le uova, aggiungiamo gli spinaci tritati e li mescoliamo insieme alle uova, infine cominciamo ad amalgamare la farina dall'esterno verso l'interno, impastando tutto e formando un bel panetto liscio e omogeneo. Copriamo l'impasto con una ciotola e lo lasciamo sul nostro piano di lavoro per 30' a riposare.
Solitamente io frullo le verdure e qualsiasi ingrediente che voglia impastare con uova e farina, ma in questa occasione ho volutamente lasciato gli spinaci lessati e scolati interi, ottenendo quel bel risultato che potete notare nella foto.



Trascorso il tempo di riposo, infariniamo leggermente il piano di lavoro e cominciamo a stendere la pasta con il mattarello fino ad arrivare ad uno strato sottile. Se usate la macchinetta sfogliatrice, arrivate fino al livello 5 o 6. Non ho steso la pasta sottile come per i ravioli perché volevo lasciare una certa consistenza e volevo che la pasta reggesse bene il "peso" del condimento, dato dalle polpette di legumi.
Tagliamo infine le tagliatelle con il coltello, arrotolando prima la pasta su se stessa oppure usando gli appositi accessori della macchinetta per la pasta.
Disponiamo tutto su un vassoio infarinato e lasciamo asciugare fino al momento della cottura.


A parte prepariamo le polpette mettendo in una terrina i legumi, il pane spezzettato, l'uovo, il parmigiano, sale, pepe e noce moscata.
Lavoriamo tutto e amalgamiamo per bene gli ingredienti, che alla fine dovranno avere una bella consistenza compatta.
Con le mani prendiamo tanti piccoli pezzettini, formiamo delle palline e le infariniamo con la semola.
Disponiamo tutto su una teglia, foderata con carta forno, versiamo un filo di olio evo e cuociamo in forno per una decina di minuti a 180°. I legumi sono già cotti pertanto sarà una cottura veramente veloce.

Facciamo bollire l'acqua per cuocere le tagliatelle, saliamo e tuffiamo le tagliatelle per la cottura veloce (meno di 5 minuti).
Intanto facciamo scaldare il sugo di pomodoro in una padella molto capiente.
Con l'aiuto di un mandolino scoliamo le tagliatelle direttamente nella padella con il sugo e le facciamo saltare qualche secondo.

Prepariamo i piatti mettendo le tagliatelle al sugo di pomodoro e aggiungendo le polpettine di legumi appena sfornate.

Provatele. Nella loro semplicità e con il loro profumo rustico sono ottime.


Questa ricetta va anche al programma di affiliazione di: 






4 commenti:

  1. gustosissimo e invitante, grazie per averlo condiviso con tutti noi :)

    RispondiElimina
  2. CHE PIATTO MERAVIGLIOSO, MOLTO COLORATO E ALLEGRO!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina