.

.

mercoledì 17 settembre 2014

Pane integrale





Eccoci con il mio grande amore: il pane.


Oggi ho usato per la prima volta il mio nuovo licoli, figlio d'arte nato dalle sapienti mani del maestro Renato Bosco, che ho potuto portare a casa mia domenica, dopo il bellissimo corso su lievito madre, pane e pizza. Mi sto impegnando a trattarlo come un amato principino e devo dire che gode di ottima salute.
Adesso sono due i lieviti che ospitano il mio frigorifero: quest'ultimo arrivato (giornalmente rinfrescato con pari quantità di licoli, di acqua e di farina panettone) e il precedente, fatto da me più di un anno fa, mantenuto in vaso (rinfrescato con pari quantità di farina 1 macinata a pietra e lievito + il 50% di acqua).
Oggi, inutile dirlo, ho usato il licoli, che ha un profumo e una consistenza bellissima.

Per quello che riguarda il pane, avevo voglia di un pane totalmente integrale. Il risultato? Per me è buonissimo, ma non è lontanamente paragonabile ai pani che ho visto sfornare dal maestro lo scorso fine settimana a Vighizzolo d'Este, com'è giusto che sia! Ho moltissimo da studiare e fare, la strada è davvero lunga.





Ecco gli ingredienti che ho usato:
  • 400 gr. di farina integrale macinata a pietra con tutto il grano
  • 40 gr. di licoli
  • 280 gr. di acqua
  • un cucchiaino di miele al mandarino
  • 6 gr. di sale

Procedimento:
  1. Ieri pomeriggio ho lavorato tutti gli ingredienti e ho fatto lievitare l'impasto fino al suo raddoppio.
  2. Ho messo l'impasto in un contenitore, l'ho coperto bene con la pellicola trasparente e l'ho lasciato in frigorifero fino ad oggi.
  3. Stamattina, molto presto, ho prelevato l'impasto dal frigorifero e l'ho lasciato a temperatura ambiente sulla spianatoia infarinata per due ore.
  4. Ho fatto le pezzature e le forme e ho disposto i panini su una teglia foderata con un canovaccio, dividendo un pane dall'altro con l'arricciatura del canovaccio, per fargli fare la lievitazione finale.
  5. Ho preriscaldato il forno a 200° e ho messo i panini direttamente sulla pietra refrattaria.
  6. Dopo circa 20' il pane era cotto (medie pezzature). L'ho lasciato ancora un po' nel forno aperto e poi l'ho lasciato raffreddare su una gratella.

Il sapore della farina integrale è irresistibile.


Questa ricetta fa parte della raccolta 

Sweet and That's it


Puoi trovare questa ricetta anche su:
NewsBoard

16 commenti:

  1. Mmmmh deve essere ottimo!
    Anche io amo il pane ma generalmente faccio quello "normale" perché piace di più in famiglia.
    Ma voglio provare questa ricetta.
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, grazie :)
      Vedrai che vi piacerà, magari da mangiare di tanto in tanto se normalmente preferite quello non integrale.
      Un abbraccio,
      Tiziana

      Elimina
  2. Ti sono venuti dei panini bellissimi di forma e con una stupenda lievitazione!!!
    Brava

    RispondiElimina
  3. quelle forme a chiocciolina sono super!!!!
    chissà che profumo!
    Sandra

    RispondiElimina
  4. ADORO I LPANE INTEGRALE, IL TUO E' SUPER, IN PIU' CON IL LIEVITO MADRE, NON LO SO FARE, COME FUNZIONA???COME SI FA????BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabry, grazie! Questo pane è totalmente integrale, di solito si taglia la farina, ma a noi piace bello tosto e c'è tutto il profumo del grano, davvero!

      Elimina
  5. Condivido assolutamente questa passione profonda per la panificazione, Tiziana. Immagino che i pani sfornati al corso siano stati magnifici, ma il tuo lavoro lo trovo eccellente!!! Bravissima!
    Un abbraccio grande e buon pomeriggio!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si, Maria Grazia, lo vedo dai tuoi post che il pane ti piace... ;)
      Davvero non puoi immaginare che bellissimi pani e favolose pizze ci fossero. Abbiamo riempito per bene le nostre pance...
      Un abbraccio anche da parte mia.
      A presto,
      Tiziana

      Elimina
  6. Bellissima la forma del tuo pane, complimenti. Passerò spesso a trovarti. Hai proprio un bel blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gaia, anche il tuo è bellissimo. Ti aspetto allora :)
      Ciao,
      Tiziana

      Elimina
  7. Il pane è anche la mia passione, il suo profumo, la sua storia, l'atmosfera che crea... una tavola sarebbe sguarnita senza il suo pane, complimenti per la tua realizzazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pietro, mi trovi d'accordo su tutto :)
      Il profumo del pane è aria di casa.
      Buon pomeriggio
      Tiziana

      Elimina
  8. Grazie per aver condiviso questa meraviglia con "Il Cestino del Pane", è splendida!
    Adoro il pane integrale, sia per il suo piacevole sapore, sia per il fatto che è più salutare di quello bianco.
    Infatti sulla nostra tavola, rarissimamente vi porto del pane bianco.
    Cari saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie a te!
      Mi trovi perfettamente d'accordo...
      Buona giornata,
      Tiziana

      Elimina